numerologia
energetica

Numerologia Energetica Origini della Numerologia
Elementi di Base Numeri di Espressione dell'Io
Storia di Pitagora Storia del Numero
Corsi di Numerologia Numerologia e Scienza
Lettura Numerologica Numeri del Destino
Numerologia Astrologica Danza dei Numeri
 

 
 
 
Numerologia Energetica

La Numerologia Energetica è un percorso di conoscenza ed educazione personale, collegato alla Tradizione Antica della Numerologia che si sviluppa sia nella Via Verticale, psichica, che include pratiche di consapevolezza interiore, sia nella Via Orizzontale, dinamica, che si attiva con il Numerodramma: l’energia dei numeri viene risvegliata con esercizi creativi, giochi, danze individuali, di coppia e di gruppo.

La Numerologia è una scienza filosofica-esoterica basata sui numeri che, seppure diffusa nell’antichità in tutti i popoli, ha avuto la sua sostanziale origine e diffusione con Pitagora, vissuto nel VI° secolo a.C. ed i cabalisti ebraici.

Essa considera i numeri sia dal punto di vista quantitativo sia da quello qualitativo. La Numerologia è stata sin da allora un elemento di base per la nascita dell’astrologia, della filosofia, della psicologia e di ogni altra scienza esatta.

La Numerologia considera il numero un essere del piano spirituale che ci aiuta a capire come l'uomo non sia distaccato dalla natura e dal divino e che i principi che in essa agiscono, esercitano le stesse modalità anche in lui.

Conoscere e lavorare con i numeri sacri di ogni individuo contribuisce a renderlo un essere unico, indicandogli le vie più armoniose da percorrere. I numeri in quanto agenti dell'energia creativa cosmica, hanno il particolare potere di trasmettere vibrazioni e conoscenze che influiscono sul comportamento e la vita di ogni essere animato ed inanimato.

Numerologia, arte del vivere

Gli iniziati, e non solo loro, affermano che ciò che la nostra mente riesce a visualizzare si può ottenere. Con la numerologia, noi possiamo visualizzare noi stessi, conoscerci sempre di più a fondo, visualizzarci come vorremmo essere, permettendoci così di raggiungere questo nostro obiettivo.

Con essa si può delineare un quadro complessivo della nostra personalità, della nostra essenza spirituale (chi siamo e da dove veniamo) e di quella degli altri, della qualità delle relazioni che potremo avere, di come orientare i nostri investimenti o i progetti di cura e conoscenza secondo l’energia e la coscienza proprie del periodo che stiamo vivendo.

Tutto questo può essere compreso grazie allo studio dei numeri personali che si riferiscono alla data di nascita ed alle consonanti ed alle vocali che compongono il nome e cognome completi, non assolutamente i soprannomi ed i diminutivi (es. Giuseppe e non Beppe).

I numeri estrapolati dalla data di nascita c'indicano l'esperienza e gli obiettivi, in particolare il giorno c'indica le attitudini e le azioni, sintetizzano quello che accade nel ciclo centrale della maturità (dai 28 ai 36 anni), il mese indica le impressioni e l'ambiente giovanile.

I numeri, al contrario di quello che si possa pensare, non precludono il loro aiuto a nessuno e sono un fedele compagno per chi li studia e li interpella.

Il numero è un essere del Piano spirituale. Ha le sue leggi particolari di costruzione e d'evoluzione ed il suo studio è uno dei più importanti che possa perseguire l'esoterista, il religioso, il musicista, il filosofo, l’insegnante, lo scienziato, come lo psicologo, il medico, il naturopata, il terapeuta energetico e spirituale.

Prima di introdurci in questo studio bisogna fare delle importanti distinzioni: distinguere lo studio quantitativo (perseguito dagli attuali matematici) da quello qualitativo (perseguito nei centri iniziatici dell'antichità).

Tra le scienze psichiche, la Numerologia è la più antica e quella da cui tutte le altre traggono origine e a cui fanno continuamente riferimento. In effetti la considerazione che i numeri sono elementi che hanno loro proprie qualità e che perciò hanno influenza sull’uomo e sul cosmo è riscontrabile in tutte le civiltà e popoli, in tutte le epoche e latitudini. I popoli antichi hanno utilizzato i numeri soprattutto per la precognizione, come elemento cioè di valutazione degli eventi futuri.

Da Pitagora in poi, passando per le grandi scuole cabalistiche ed esoteriche, con il contributo di filosofi (Platone), geni della musica (Bach, Mozart e Beethoven) e dell’arte (Dante, Leonardo da Vinci), teologi (S. Agostino), psicologi (Jung) e ad alcuni fisici moderni e a numerosi altri uomini di cultura e di scienza contemporanei, se ne sono studiate anche e soprattutto le qualità e le caratteristiche intrinseche, il loro potere simbolico, la loro correlazione con l’ordine e l’armonia dell’universo.