Intervista a Renato Tittarelli

 

Renato Tittarelli opera dal 1986 come terapeuta psicocorporeo.

Si è specializzato in aromaterapia sottile, naturopatia, terapia ayurvedica, yogaterapia, massaggio aromaterapico, massaggio essenziale, shiatsu olistico, moxa aromatica, lettura numerologica, lettura energetica, guarigione spirituale. Ha diretto a Bologna dal 1990 al 1997 l’AMOT, Associazione Medicine Olistiche Tradizionali. Fondatore e direttore nel 2000 a Bologna della SOAM, Scuola Olistica di Aromaterapia e Massaggio (www.risoessenza.it). Dal 2002 è membro dell'AEMO, Associazione Europea Massaggiatori Olistici. Dal 2005 è presidente dell’ ”Associazione Cielo in Terra” di Arti per la Salute e la Crescita Personale di Chiaravalle (AN). Autore del Corso on line di Aromaterapia per l’Associazione Erba Sacra di Roma www.erbasacra.com/corsi


 
 

D: Leggendo la tua presentazione si nota quanto la tua formazione sia ampia e multisfaccettata, ci spieghi brevemente le ragioni che ti hanno indotto a compiere scelte così varie e differenziate tra loro?

R: La ragione può spiegare molto poco della natura umana, soprattutto della vocazione, delle priorità e dei desideri dell’anima che abita quel corpo in quel periodo storico, che noi definiamo in termini molto semplici Io, cioè un essere umano con un’età anagrafica, un nome e cognome, un luogo di nascita, un sesso, una lingua, una cultura, un’aspirazione ad evolvere e a migliorarsi.

Noi siamo in realtà un’entità spirituale che prende a prestito quel corpo e quella particolare intelligenza fisica, emozionale, psichica, poiché è più consona a svolgere quella missione che ha deciso di compiere prima di nascere, perciò prima d’incarnarsi. Sarà quindi compito della nostra vita adempiere a quella promessa fatta dalla nostra parte più saggia ed intelligente: lo spirito.

Possiamo pensare di conoscere con l’età adulta i nostri veri pensieri, la nostra vera natura, il nostro vero compito, ma possiamo onestamente ammettere di non ricordare i motivi che ci hanno indotto a scegliere quella famiglia in cui nascere, quel tipo di lavoro, quella città, quegli amici, quell’insegnante di quel corso di studi, quel compagno, quella compagna, quel figlio con cui condividere amore, innamoramento, passioni ed ideali.

Se qualcuno oltre a me, leggendo quest’intervista, crede di non saper dare una risposta esauriente a queste domande, e vuole ciò nonostante gustare appieno questa esistenza umana, credo che forse sia ora che cominci a cercare una risposta a tutto ciò.

Io sto cercando di mettere attenzione e consapevolezza nelle scelte che mi hanno portato a nascere in questo pianeta ed in quest’epoca storica e a sperimentare attraverso vari percorsi scientifici, artistici, spirituali, terapeutici ed educativi l’esistenza di tante vie valide e che costituiscono esse stesse la risposta alle domande prioritarie per chi chiede di vivere una vita meritevole e piena di valore: chi sono io veramente, come posso entrare nella gioia, come posso vivere con amore e condividerlo.

Ecco questa è in sintesi la storia di quell’Io apparente che viene chiamato e si fa chiamare Renato Tittarelli.

D: Nella nostra vita ciascuno è costantemente alla ricerca di un senso per il proprio esserci, ma spesso i risultati sono deludenti: nonostante la fatica, spesso ci imbattiamo in vicoli ciechi, non troviamo le risposte che cerchiamo o, comunque, esse sono molto diverse da quelle che ci aspettavamo. In che modo il Massaggio Essenziale può contribuire al raggiungimento di tali risposte e, nel complesso, ad un migliore equilibrio tra corpo, anima e psiche?

R: Noi viviamo in un’epoca in cui riceviamo tutti i giorni una quantità incredibile di stimoli e d’informazioni di ogni genere, ma che spesso sappiamo a malapena filtrare e ancora meno comprendere interiormente. La maggior parte dei mezzi di comunicazione di massa in realtà non servono per comunicare efficacemente informazioni utili alla nostra crescita personale, utili per aumentare il potenziale di gioia e vitalità che alberga in noi, bensì per manipolare le nostre menti e per restringere la possibilità di scegliere come condurre autenticamente la nostra vita, come gestire l’intelligenza dei sensi e delle emozioni: non a caso ci vengono serviti su piatti dorati dei cibi scadenti per i nostri corpi sottili, quali: paura, competizione, sopraffazione, violenza, arroganza, conformismo, possesso di beni spesse volte inutili, o meglio utili ad avere una “immagine di successo”.

Sono questi infatti i messaggi privilegiati contenuti della maggior parte delle pubblicità televisive, su riviste cartacee e su pagine web.

Un essere vivente che venisse da un altro pianeta più evoluto, osservando il comportamento della maggior parte degli individui, potrebbe pensare che questo pianeta sia popolato prevalentemente da strani esseri umani, dediti, oltre che alla propria sopravvivenza, allo sport del consumare e sprecare inconsapevolmente le proprie risorse e quelle del proprio pianeta.

D: Come tutto questo può aver attinenza col Massaggio Essenziale? Come il Massaggio Essenziale può contribuire a rendere la nostra esistenza più piena e soddisfacente?

R: Ve lo spiegherò brevemente.

Il Massaggio Essenziale è il frutto dell'integrazione di vari sistemi di guarigione  ed un modo per utilizzare il potere degli oli essenziali e la sapienza delle mani per migliorare la salute del corpo-mente permettendo il rilascio di stanchezza, ansietà e stress, assieme a tensioni, traumi, ferite emozionali localizzati a livello degli organi, muscoli, ed articolazioni, per poi ricaricarsi di energia positiva.

Il Massaggio Essenziale può spezzare questa spirale d’inconsapevolezza dei valori spirituali della vita e perciò viene utilizzato per portare saggezza, compassione, condivisione tra gli esseri umani e naturalmente le altre creature.

Si tratta di un sistema non solo di cura, ma di educazione al rispetto di quei valori prioritari nelle relazioni umane, spesso dimenticati, quali: l’amicizia, il gioco, l’intimità, la comprensione, la collaborazione ed il sostegno.

Apprendendo il Massaggio Essenziale avremo nelle mani uno strumento semplice e potentissimo per migliorare la qualità delle nostre vite e che perciò ho chiamato Massaggio Essenziale, poiché va toccare l’essenza della vita umana, spostando la nostra attenzione dal fuori al dentro, dalla malattia alle opportunità mancate, dall’agire al saper anche non agire, permettendoci di avere più tempo da destinare a noi stessi, per lasciarci andare con fiducia agli eventi armoniosi che sapremo attirare.

L’esperienza del Massaggio Essenziale permette di scoprire che c’è molto altro e molto di più del disagio, del dolore, dell’angoscia che quella persona può aver accumulato sotto forma di sensazione corporea, emozionale o psichica.

Grazie all’utilizzo della presenza amorevole e non giudicante, dell’intenzione unite ad una qualità di tocco, di massaggio e respiro consapevoli accediamo ad un altro reame o livello di coscienza, ad un mondo che sembrerebbe essere sommerso o sotterraneo ed invece è quello in cui giace il tesoro che abbiamo in noi, che aspetta solo di essere scoperto e portato alla luce.

Naturalmente occorre apprendere il Massaggio Essenziale attraverso un opportuno addestramento teorico, tecnico, esperienziale ed una formazione di crescita personale per poter far lavorare assieme, corpo fisico, emozioni, mente e spirito mentre utilizziamo il contatto delle mani o semplicemente delle nostre auree, dei pensieri ed emozioni.

In questo modo nel Massaggio Essenziale, attraverso di noi e le nostre mani fluirà l’Energia del Cuore, sintesi tra conoscenza intuitiva, capacità di sensazione empatica e poesia, permettendo di far scomparire per un po’ di tempo l’Io ed il Tu, sperimentando l’unità nel vivere in risonanza coi nostri doni e talenti innati e nel piacere di scambiarli, del donarli, così come può avvenire per uno sguardo, una carezza, un abbraccio, un bacio, un elogio.

Di solito inizio i corsi di Massaggio Essenziale introducendo le varie modalità e qualità del contatto e del massaggio, per poter poi preparare agevolmente le persone a passare dalla sensazione alla percezione, dall’utilizzo dei 5 sensi agli innumerevoli altri sensi che giacciono inesplorati e quasi dimenticati, coi quali ad esempio viaggiamo di notte, coi quali sentiamo l’aura delle persone e dei luoghi, coi quali avvertiamo con largo preavviso il pericolo ed anche l’inizio di periodi di tempo e di situazioni fauste e propizie e coi quali stimoliamo il potenziale di autoguarigione presente in ogni organismo vivente.

D: In che modo la riscoperta dei sensi più arcaici, in primis dell’olfatto, e degli oli essenziali possono sostenerci in tale percorso?

R: La percezione sensoriale dei nostri progenitori era assai sviluppata e così il loro “fiuto” fungeva da “sesto senso”, permettendo loro di avvertire in tempo un pericolo, di trovare le tracce di un animale, di riconoscere gli effetti velenosi di una pianta ed anche l’imminenza di una malattia. Noi moderni abbiamo perso una gran parte della sensibilità della percezione olfattiva, e la consapevolezza della sua preziosità, visto che grazie all’affinamento della conoscenza ed alla tecnologia abbiamo sviluppato altri metodi di selezione, controllo e protezione dai rischi e pericoli più comuni: il buio, la mancanza di cibo e di acqua, la difesa del territorio, la preservazione della specie.

Tuttavia ricominciare ad allenare l’olfatto, il nostro senso più antico, può portare a scoprire e riconoscere molte risorse naturali dimenticate, uscendo dalla paura dei luoghi naturali ed isolati, semplicemente attraversando un campo di erbe in fiore, una foresta, qualsiasi altro luogo pubblico o semplicemente annusando con attenzione gli odori della nostra casa, nostri o dei nostri simili, abbandonando gradualmente molti di quei tabù che riguardano il contatto fisico e di cui sono impregnate le cellule del nostro corpo fisico e le nostre menti.

E’ possibile paragonare l’olio essenziale ad una “goccia di luce” o carta d’identità energetica e dire che è la vera espressione dell’intelligenza di guarigione di quella pianta o di quel fiore. In aromaterapia si studiano le proprietà e le indicazioni degli oli essenziali naturali, usati per le tante virtù benefiche che li rendono adatti al mantenimento della salute psicofisica, all’uso cosmetico, alla profumazione personale e degli ambienti, all’uso alimentare, alla prevenzione dei più comuni disturbi e ad utilizzi di pronto intervento.

In aromaterapia si usano esclusivamente oli essenziali, puri e naturali, quindi non diluiti, non ricostruiti, non adulterati, prodotti grazie a diversi sistemi di estrazione e provenienti da piante aromatiche di coltivazioni spontanee, biologiche, biodinamiche o convenzionali.

In natura tutti gli oli essenziali esercitano la loro azione con grande intelligenza e versatilità, armonizzandosi ai ritmi vitali e planetari, favorendo la biologia (protezione, crescita, conservazione e proliferazione) delle piante aromatiche in rapporto con le altre piante, agli insetti ed agli animali nocivi o utili (attirandoli o respingendoli) per il mantenimento della vita e dell’ecosistema. 

Stessa cosa succede per la salute psicofisica dell’uomo nella sua relazione con gli altri esseri viventi. Per ciò che riguarda l’uomo l’utilità degli oli essenziali può essere compresa esaminando le loro proprietà farmacologiche più importanti:

Antisettiche (si oppongono allo sviluppo dei germi e li uccidono)

Antitossiche (inattivano i prodotti di deterioramento delle cellule)

Antivelenose (neutralizzano il veleno di vespe, ragni e i morsi delle vipere)

Cicatrizzanti (stimolando l’irrorazione sanguigna, la produzione di globuli rossi e di leucociti, facilitando la riparazione dei tessuti, di piaghe e ferite)

Antinfiammatorie (riduce l’infiammazione )

Antiparassitarie (allontano insetti e parassiti)

Antireumatiche ( per la cura e prevenzione disturbi articolari ed  artrosi)

Antinevralgiche (per curare nevralgie e dolori connessi a patologie)

Calmanti (agiscono come calmanti del sistema nervoso )

Tonificanti (agiscono come stimolanti del sistema nervoso)

Ormonali (regolano ed equilibrano il funzionamento delle ghiandole endocrine ed in particolare sulla corteccia surrenale)

Antispastiche (efficaci in caso di spasmi viscerali, gastrici, efficaci contro le coliche)

Afrodisiache (molte essenze sono specificatamente dei stimolanti sessuali)

L’alta volatilità delle essenze, il loro diffondersi nell’aria, le mette in relazione con il nostro sistema olfattivo. La molecola aromatica contenuta in un olio essenziale viene individuata dai recettori olfattivi posti nella cavità nasale ed arriva direttamente al nostro cervello grazie ai bulbi olfattivi, al sistema limbico connesso alle emozioni primarie e da lì al centro dell’ipotalamo ed in seguito ai centri nervosi superiori della corteccia, al sistema endocrino, modificando il nostro umore, stimolando la memoria ed i ricordi anche lontani, la sessualità, le emozioni, il sistema respiratorio e digestivo. Per questo motivo quando in alcuni studi sull’aromaterapia ci si riferisce al loro utilizzo specificamente psichico si usa il termine di psicoaromaterapia.

La volatilità delle essenze concorre a determinare il criterio di classificazione delle stesse. La scala di evaporazione, in ordine decrescente, comprende tre classi o tre note aromatiche, secondo la classificazione fatta dal profumiere francese Piesse nel 19° secolo:

Superiore (o nota di testa): effetto stimolante e rinfrescante

Medio (o  nota di cuore): effetto riequilibrante del piano fisico e psichico

Base (o nota di base): effetto rilassante e sedativo

Gli oli essenziali possono penetrare nel corpo oltre che con l’olfatto anche attraverso la pelle e con l’ingestione alimentare.

Gli utilizzi pratici più comuni dell’aromaterapia sono: fumigazione, inalazione, massaggio, bagno, profumo, cucina, cosmesi.

D: Come avviane una “consulenza tipo” quando un paziente si rivolge a te lamentando un disturbo fisico e/o psichico, anche se poi, di fatto, sappiamo che entrambe le dimensioni tendono sempre a coesistere?

R: In una consulenza tipo di solito inizio con una Lettura Energetica Vibrazionale che mi permette di misurare e comprendere velocemente come i vari sintomi o disturbi fisici, emozionali, psichici o spirituali si siano formati e sviluppati in base al terreno costituzionale  natale ed attuale della persona. Tutto questo avviene grazie all’osservazione e al colloquio che istauro con la persona, assieme alla misurazione radioestesistica di molte altre variabili psico-energetiche, comprensibili secondo i canoni della Medicina Ayurvedica, della Medicina Tradizionale Cinese, dell’Alchimia e della moderna Naturopatia.

Questi dati sono necessari per poi decidere, sempre ascoltando la disponibilità e le richieste del cliente, come procedere per impostare una corretta metodologia e tempistica di riequilibrio energetico del quadro sintomatico e generale.  

Ad esempio può essere necessaria una correzione alimentazione secondo l’Ayurveda e la Naturopatia, un ciclo di Massaggio Aromaterapico o Massaggio Essenziale, l’utilizzo della Fitoterapia Spagirica, dell’Aromaterapia Olistica e Sottile, della Yogaterapia, della Moxa Aromatica (terapia effettuata col calore di un sigaro di artemisia posto presso dei punti vitali del corpo umano, in sinergia con la scelta di particolari oli essenziali) della Guarigione Spirituale che lavora prevalentemente rinforzando il corpo di luce e la dimensione spirituale.

Viceversa, quando la richiesta del cliente riguarda la dimensione esistenziale e si situa in un quadro di complessità o conflittualità nel campo intrapsichico e relazionale familiare, affettivo o lavorativo, consiglio di effettuare una Lettura Numerologica. Per poter impostare una carta numerologica richiedo al cliente i suoi dati di nascita: nome/i e cognome, data e ora di nascita, così come compaiono, secondo i casi, nell’estratto di nascita o nei documenti ufficiali. La lettura Numerologica, generalmente registrata su un nastro magnetico e corredata di fogli esplicativi, fornisce delle informazioni utili a comprendere i motivi profondi che sono dietro le nostre scelte orientate al successo o all’insuccesso, dandoci gli strumenti per sviluppare una strategia che possa essere in armonia con il compito specifico di questa vita in quel dato periodo, in quel luogo, contesto di lavoro, di relazione e di situazione economica o di salute.

Qualora la persona non sia in grado di mettere in pratica tali indicazioni, a causa di vari ostacoli, quali ad esempio la tendenza ad uno stato depressivo, confusionale o ad avere una struttura mentale rigida e quindi prevalente sull’aspetto emozionale o intuitivo, viene applicato l’approccio esperienziale della Costellazione Numerologica. Si tratta di una metodologia energetica e psicodrammatica che consente di attingere direttamente alla saggezza ed alla potenza di trasformazione dei Numeri Sacri, attraverso l’interazione con immagini mentali o fisiche di numeri posti al pavimento secondo una struttura geometrica ordinata, come ad esempio il quadrato magico "Lo-Shu" che è alla base dell’approccio del lavoro teorico-pratico di costruzione e riequilibrio degli ambienti abitativi, assieme alla bioarchitettura ed alla bioarchitettura secondo la prassi tradizionale cinese conosciuta come Feng Shui. In questo processo utilizzo anche altre strutture numeriche ordinate secondo la Geometria Sacra e gli insegnamenti del grande Pitagora, iniziato, filosofo, musicista, matematico e riunificatore del sapere numerologico antico, nato nel VI secolo a.C. a Samo in Grecia.

In ogni caso, qualsiasi metodologia usi per favorire il benessere psicofisico del cliente, devono

coesistere due condizioni per consentire il successo di ogni azione: la perfetta padronanza dello strumento di conoscenza o terapeutico che scelgo di usare, spesso in modo artistico e non solamente tecnico e la reale disponibilità a favorire il proprio processo di autoguarigione del cliente.

D: Quali sono i tuoi principali progetti di vita e di lavoro per l’immediato futuro?

R: Per prima cosa vorrei riprendere a viaggiare di più, visitando alcuni paesi conosciuti e non che mi stanno “chiamando”, quali la Francia, l’Inghilterra, l’Argentina, la Tailandia, per curiosità personale, ma anche per riprendere gli studi e le ricerche che vi avevo intrapreso nelle mie vite precedenti e rincontrare persone con le quali avevo instaurati antichi rapporti.

Vorrei presto andare ad abitare in un luogo immerso nella natura in una zona di campagna o montagna del Centro Italia per attivare altri processi di trasformazione interiore, restare più spesso in contatto con gli alberi e le erbe aromatiche con cui ho un dialogo aperto e naturalmente per beneficiare degli aspetti positivi che una vita più semplice e comunitaria possono portare.

Mi auspico tra un poco di riuscire a ballare decentemente il tango argentino che sto cominciando a praticare ed anche di riprendere a festeggiare “degnamente” i compleanni miei e di amici, cambi di stagioni, eventi e transiti numerologici, astrologici e planetari, danzando e creando coreografie per il piacere di celebrare la vita, gustandola e condividendola intensamente. I miei numeri dicono che per me sta iniziando l’intensificazione di contatti personali ed affettivi armoniosi, quindi lascerò che ciò avvenga, per trarne nel 2006 il massimo sviluppo e piacere.

Riguardo il lavoro, il 2006 si aprirà con alcuni progetti che mi stanno particolarmente a cuore: l’inizio del primo Master di Aromaterapia e Massaggio Essenziale a Cernusco Lombardone (LC) che condurrò assieme alla Dott. Anna Fata di Monza (MI) di ArmoniaBenessere.

Proseguirò la formazione a Padova, presso il Motus Mundi, con la Scuola Annuale di Numerologia Energetica, dove per entrare maggiormente in risonanza con l’energia dei numeri propongo l’approfondimento di tre diverse tematiche: 1) Numerologia, Karma e Destino Personale, 2) Numerologia, Salute e Rimedi vibrazionali, 3) Numerologia, Relazioni, Amicizia ed Amore. Sempre presso il Motus Mundi ho in programma per il fine  2006 d’iniziare il primo Corso Biennale Professionale di Massaggio Aromaterapico che mi auguro di poter attivare presto anche a Roma con l’Associazione Centro di Ricerca Erba Sacra.

Naturalmente continuerò la collaborazione come docente di aromatologia e massaggio aromaterapico per la ditta Flora produttrice di fito-aromaterapici di Lorenzana (PI).

Mi stanno arrivando molte idee per formulare una serie di olio aromatici professionali da massaggio formulati secondo i canoni alchemici dell’uso degli elementi, dei numeri e la geometria sacra. Sono certo che appena avrò finito di formularli qualcuno mi proporrà di produrli.

Mi piacerebbe creare, assieme ad un imprenditore, in una grande città un’aromoteca, dove far annusare odori di pregiate essenze aromatiche di provenienza vegetale, di alta qualità biologica e tradizionale compatibilità con l’utilizzo umano: oli vegetali spremuti a freddo, oli essenziali biologici, erbe officinali essiccate e the pregiati provenienti da tutte le parti del mondo.

In questo modo si potrà conoscere queste pregiate intelligenze vegetali sia a livello olfattivo, sia a livello culturale e corporeo per poterle far agire in noi, provandole e assaporandole, magari nello stesso luogo: bevendo un’ infuso o scegliendo o facendosi comporre una composizione su misura per un massaggio o la profumazione personale, fatta di quelle qualità aromatiche con cui ci siamo sentiti in risonanza.

Vorrei riprendere in questo modo la tradizione della migliore profumiera, un po’ come è sempre avvenuto in tutte le culture dell’Occidente e dell’Oriente, quando le essenze per i profumi, dedicati protettori psichici, erano solo di alta qualità vegetale e venivano scelti secondo i nomi ed i numeri di nascita, utilizzando le conoscenze di numerologia ed astrologia medica.

Credo di aver detto molto sulle mie aspirazioni future, perciò voglio che mi arrivino sempre più opportunità di lavorare creativamente con persone, associazioni e strutture sia private, sia pubbliche e di conseguenza quindi mi rendo disponibile, aperto e recettivo affinché tali opportunità possano presto manifestarsi.

A cura di Anna Fata, Ancona 2006

 

  

Renato Tittarelli è uno spirito libero, esploratore curioso ed appassionato della vita e dell’amore.
 

 

E’ nato il 16 Ottobre 1956 a Monsano (AN). Ha sempre avuto una grande considerazione per la bellezza ed il mistero dell’animo umano e nel voler aiutare a manifestarsi le componenti più squisitamente affettive ed artistiche.

Cominciò a  comprendere presto, fin da ragazzo, quando era affetto da una grave forma di asma bronchiale  e ripetuti episodi di malattie bronco-polmonari, l’inutilità di una cura farmacologica per una problematica con un’eziologia tipicamente psicosomatica.

Fu così che a 13 anni decise di guarirsi da solo, abbandonando ogni indugio e agendo contro ogni indicazione dei famigliari e dei medici, mettendo in pratica un’intuizione che aveva avuto: decise di temprarsi fisicamente e mentalmente. Lasciò ogni paura e riguardo verso il freddo e le avversità climatiche, imparando a sfidarle e a vincerle naturalmente. Praticò ben presto vari generi di sport individuali, arrivando a partecipare a delle competizioni ciclistiche amatoriali.

Iniziò anche la pratica di arti marziali giapponesi, quali lo Judo e l’Aikido ed il Ki-Aikido e la pratica della meditazione zen, migliorando le doti di strategia nell’uso delle proprie forze fisiche e psichiche. Nello stesso tempo cercò di curare la parte psichica coinvolta nelle sue problematiche di salute, affidandosi ad uno psicologo esperto in psicoterapia reichiana, terapia a carattere corporeo ed analitico.

A 19 anni l’asma era clinicamente sparita e così tutti i suoi problemi respiratori. Da quel momento decise di cambiare alimentazione, diventando vegetariano nell’arco di pochi giorni, scelta che ha perfezionato e mantenuto fino ad ora.

Lo stesso anno, visti i successi ottenuti su di sé, seguendo le sue intuizioni, decise di  abbandonare definitivamente l’utilizzo di ogni tipo di terapia farmacologica e nello stesso tempo d’iniziare a studiare medicina per potersi poi dedicare allo studio della psichiatria e magari apprendere come guarire gli altri da malattie psicologiche con metodi più umani e non violenti e farmacologici, come quelli che allora erano consueti. Il destino volle che la sua vita procedesse diversamente e lasciò gli studi di medicina convenzionale, che non trovava così rispondenti alla sua natura artistica ed umanistica.

Apprese così da autodidatta l’arte della fotografia e ben presto cominciò a lavorare professionalmente come fotografo di teatro e balletto per le più importanti manifestazioni italiane del settore e per una scuola di teatro bolognese.

Quando nel 1981 era a Milano, frequentando, da studente modello, la più prestigiosa scuola di fotografia pubblicitaria italiana, l’Istituto Europeo di Design, avvenne un’altra svolta: conobbe un medico che praticava Medicina Tradizionale Cinese che gli disse era disposto ad insegnargli l’agopuntura e lo shiatsu presso il C.M.T., il Centro di Medicina Tradizionale di Milano.

Accettò e cominciando a prendere gusto in quest’arte manuale giapponese di prevenzione e cura si trovò preso tra due fuochi: o diventare fotografo pubblicitario professionista o riprendere a studiare medicina, ma da un altro versante, quello dello campo energetico e psicosomatico. Decise per la seconda opzione e dedicò totalmente il suo tempo libero a questa missione, continuando a formarsi instancabilmente per 10 anni nella pratica dello shiatsu.

Da questa grande passione alla professione il passo fu breve e cominciò a lavorare come shiatsuterapeuta dal 1986 a Bologna, appena concluso il servizio militare, allora obbligatorio.

Continuò la sua ricerca di perfezionamento nella terapia con cure non convenzionali, con  metodi di guarigione naturali e spirituali, tecniche di meditazione e di crescita personale viaggiando e praticando con maestri spirituali ed insegnanti di tutti i continenti.

Ha lavorato come animatore creativo proponendo corsi di crescita personale presso L’Espace du Possible in Francia, per l’associazione di ecoturismo Tra Terra e Cielo e  per l’associazione naturalistica e di trekking La Boscaglia in Italia, proseguendo in vari Centri Benessere, Villaggi Turistici ed Agriturismi.

Oggi lavora come operatore olistico, terapeuta  psicocorporeo, a carattere energetico spirituale, docente e formatore esperto in pratiche di guarigione naturale ed autoguarigione in Italia, Francia e Belgio.

E’ istruttore di Yoga dell’Energia e di Shiatsu Olistico, conduttore e formatore di corsi di crescita personale e animatore di laboratori di creatività, tra cui dei metodi da lui codificati quali il Tocco Immaginario e il Sorridere alla Vita. E’ consulente personale ed aziendale in Aromaterapia, Naturopatia, Terapia Ayurvedica, Massaggio Aromaterapico, Massaggio Essenziale, Shiatsu Olistico, Moxa Aromatica, Lettura Numerologica, Lettura Energetica, Guarigione Spirituale.

Formazioni effettuate dal 1974: Psicologia Umanistica col Dott. Serafino Cruciani (I), Zen Shiatsu, Agopuntura  e Moxa col Dott. Umberto Mosca (I) e Mario Vatrini (I), Tantra Yoga e Yogaterapia col Dott. Shankardevananda (AUS), Meditazione, Ayurveda con l’equipe italiana del Dott. Naram Pankaj (IND), Massaggio Sensitivo con Thin Hoang-Van (F), Osho Rebalancing con Sidhamo (AUS), Aromaterapia con Nelly Grosjean (F) ed il Dott. Marco Valussi (I), Colorterapia con Françoise Carmagnat (F), Radioestesia e Astrologia con Massimo Frisari (I), Numerologia con Guido Rossetti (I), Guarigione Spirituale con Ron Young (USA), comicoterapia col Dott. Patch Adams (USA), sciamanismo con la Dott. Lorenza Menegoni (I) della Foundation for Shamanic Studies,  fitoterapia spagirica, alchimia e pratiche ascensionali con Giovanni Meloni (I), direttore del Laboratorio Alchemico e Spagirico Aether di Elmo (GR).



Renato Tittarelli con Patch Adams


Ha cofondato e diretto a Bologna dal 1990 al 1997 l’AMOT, Associazione Medicine Olistiche Tradizionali, la Scuola Shakti di Shiatsu Olistico e Pranoterapia ed il Centro Studi Yoga.

E’ stato tra i fondatori a Milano nel 1990 della FIS, Federazione Italiana di Shiatsu a cui ha aderito come socio professionista, partecipando come membro della commissione didattica, del consiglio direttivo e dei probiviri.

Nel 1997 al 2001 ha cofondato e lavorato per l’Associazione di Crescita Creativa e Meditazione Centro Raggio di Sole di Bologna e Chiaravalle (AN).

Dal 2000 al 2004 ha cofondato e lavorato per l’Associazione Toccacielo & C. di Pesaro e Chiaravalle (AN), Centro per le Arti per la Salute ed il Buonumore.

Fondatore e direttore nel 2000 a Bologna della SOAM, Scuola Olistica di Aromaterapia e Massaggio www.risoessenza.it

E’ stato nel 2002 tra i fautori della nascita del Meeting Internazionale del Benessere a Piticchio di Arcevia (AN).

Dal 2002 è membro dell'AEMO, Associazione Europea Massaggiatori Olistici.

Nel 2002 ha costruito il sito personale www.risoessenza.it per testimoniare il suo impegno e passione per l’amore unito alla conoscenza come fattori di salute e benessere.

Dal 2003 è docente di Aromatologia e Massaggio Aromaterapico per la ditta Flora produttrice di fito-aromaterapici di Lorenzana (PI) www.florapisa.it  

Dal 2003 collabora come formatore e consulente in Aromaterapia e Numerologia con l’Associazione Olistica Motus Mundi di Padova www.motusmundi.org

Fondatore e direttore nel 2004 della NUEN, Scuola di Numerologia Energetica www.risoessenza.it

Dal 2005 è cofondatore e presidente dell’ ”Associazione Cielo in Terra” di Arti per la Salute e la Crescita Personale di Chiaravalle (AN).

Nel 2005 ha pubblicato il primo Corso on-line di Aromaterapia per l’Associazione Centro di Ricerca Erba Sacra di Roma www.erbasacra.com/corsi

Nel 2005 collabora con la Dott. Anna Fata di Monza (MI), esperta in tecniche del benessere e di psicologia positiva che ha dato vita al metodo ArmoniaBenessere www.armoniabenessere.it  

Aderisce pienamente al movimento Consensus, nato nel 2005 in Italia, e sorto per tutelare la Libertà di Scelta Terapeutica e consentire la diffusione di metodi di cura non convenzionali e non farmacologici  www.movimentoconsensus.org

Attualmente vive a Chiaravalle (AN).

 

 

cookie policy